Recensione della Pedana Vibrante DKN PRO Evolve

23 Ottobre 2020 0 Di Roberto Detti

Nel segmento delle pedane per uso domestico, sulla fascia di prezzo medio, possiamo tranquillamente anticipare che la PRO Evolve della DKN è stata senza dubbio la pedana di riferimento per l’utilizzo privato. Tuttavia questa pedana non ha prestazioni da poter essere comparata ad una professionale.

DKN ha interamente ridisegnato il pannello di controllo e l’unità di comando della PRO Evolve. La colonna rimane la stessa della PRO trainer, ma tutto il resto è stato ottimizzato. Ridisegnati i bottoni e il display che è retroilluminato da una luce azzurra. Il Tempo si imposta a step di 30 secondi (da 30s a 10min) mentre la frequenza da step di 5 Hz (da 20 a 50Hz) modificabili entrambi con pedana vibrante in moto. Il manubrio consente una presa ergonomica in tutte le situazioni.

Il piatto oscillante è più leggero dei precedenti modelli e questo è un dato positivo perchè toglie massa in opposizione alla rotazione dei volani nel motore. Risultato: più intensità di vibrazione. Le dimensioni del piatto sono quelle standard: 76cm x 38cm.
Come per la Extreme PRO, dobbiamo necessariamente sottolineare che su un impianto a molle, l’accelerazione a vuoto è decisamente minore rispetto a quella con il carico o la persona sopra. Le molle sono calibrate per rendere al meglio con il carico e non a vuoto, situazione in cui la risonanza annulla parte dell’escursione verticale. Inoltre a differenza dei piatti che galleggiano su giunti ad aria o di gomma, la posizione che riceve maggiore accelerazione è quella in corrispondenza dell’appoggio al tallone, quindi non sull’intersezione degli assi al centro del piatto.
L’assetto da mantenere su questa pedana, quello che offre il massimo dell’intensità e dell’accelerazione, è con il peso leggermente spostato sulle punte. Con la PRO Evolve la contrazione delle fasce muscolari si sente decisamente più forte che non con i vecchi modelli.
Questa pedana per rendere al meglio ha bisogno che il soggetto tenga in contrazione i muscoli durante il trattamente. Non è una professionale, se ci si aspetta la resa di una professionale si sappia che i tempi di lavoro qui sono decisamente più lunghi.
Il piatto è provvisto di uno strato di gomma dura che facilita l’aderenza senza ridurre l’accelerazione. Per ricevere completamente tutta l’intensità della vibrazione, su questa pedana consigliamo di non utilizzare le scarpe ma solamente i calzini. Si possono tranquillamente fare gli esercizi con le mani appoggiate senza problemi di vesciche o simili che, invece, si riscontrano sulle professionali. Non occorre utilizzare un cuscino smorzatore. I passanti per agganciare le fasce sono molto pratici.
La trasmissione alle mani tuttavia non ha nulla a che vedere con i dispositivi per il tono uscolare algli arti superiori. Non inducono la contrazione del braccio come i manubri della Galileo, ad esempio.

DKN PRO Evolve monta un motore che esprime 4G alla frequenza di 50Hz con la persona sul piatto (90kg). Come sempre non ci soffermiamo sulla potenza dei motori perchè sono un dato che non ha nessun senso sull’attività muscolare. Quello che conta è l’accelerazione rilevata sul piatto a pieno carico e ancora più importante, il rilevamento EMG dell’elettromiografo. Il motore della PRO Evolve è per un utilizzo privato, quindi non è concepito per un utilizzo intensivo da palestra o centro estetico, compito riservato alla Extreme PRO che è certificata per uso professionale ed intensivo. Nulla vieta di installare la PRO Evolve in palestra o al centro estetico ovviamente, ma se si prevede un utilizzo continuativo della macchina è consigliabile passare a pedane di un altro tipo.
Inserire questa pedana in un contesto come una palestra non ha senso, il cliente dovrebbe utilizzarla a lungo senza apprezzarne il reale valore.

La macchina è l’evoluzione di un progetto ormai consolidato. La struttura della macchina è resistente e sufficientemente adeguata per evitare il propagarsi di spurie e risonanze al manubrio. La PRO Evolve è ben rifinita.
In dotazione c’è il supporto anti ribaltamento da infilare al centro della pedana, in opposizione al momento che si crea quando si esegue lo squat estremo o “deep squat”. Abbiamo provato la posizione e non ci sono stati particolari problemi, nessun inizio di ribaltamento, ma è anche vero che con soggetti decisamente più pesanti di 90kg qualche rischio c’è. Quindi consigliamo di applicare comunque il supporto anti ribaltamento.
Altri accessori in dotazione che non compaiono nella foto: il poster, il tappetino smorzatore, il KIT multimediale.

Rumorosità
La pedana è molto silenziosa. La trasmissione a terra è quasi nulla e nemmeno la colonna centrale è affetta da risonanze o vibrazioni indesiderate. A 50hz su questa pedana si comincia a sentire che sotto c’è un motore dalle prestazioni significative.

Questa è sicuramente la più grande novità che accompagna la PRO Evolve. Quella che tutti aspettavano: la guida alle posizioni allenanti e le schede per tipologia di allenamento.
Il DVD è un vero DVD interattivo con i menù selezionabili con il telecomando del DVD, come quando si scelgono le scene di un film o si naviga su un sito. Sopra potete vedere una sintesi minima, un estratto del contenuto multimediale.
Il VOLUME 1 degli esercizi offre un’introduzione al vibration training, ma soprattutto entra nel dettaglio delle frequenze e dei protocolli da utilizzare nelle specifiche situazioni.
Il VOLUME 1 è suddiviso in diversi profili
flessibilità stretching
brucia grassi
profilo principiante
profilo intermedio
profilo avanzato
prevenzione osteoporosi
drenaggio
forza
Il VOLUME 1 illustra bene (con il poster e nella guida) anche le posizioni allenanti che sono 25 suddivise in:
14 posizioni di lavoro
6 posizioni di stretching
4 posizioni relax
Ogni PROFILO ha una scheda con la sequenza di posizioni da assumere, la durata dell’esercizio, la frequenza ed il tempo di recupero tra una sequenza e l’altra. Per maggiori dettagli sull’utilizzo è comunque possibile vedere questa guida su Pedanavibrante.net.

I programmi ricalcano quelli della Extreme PRO. In sostanza DKN fa svolgere una serie di protocolli per chi inizia l’allenamento con la vibrazione con 4 macro aree: arti inferiori, addome, arti superiori petto dorsali e total body. I programmi passano in rassegna tutte le principali posizioni che sono visualizzate sul display a cristalli liquidi retroilluminati. Una volta utilizzati i programmi base per una settimana o due, generalmente si passa alla programmazione manuale, dove si può intensificare la frequenza (e quindi l’intensità dello stimolo) a seconda delle proprie preferenze. Il manuale di istruzioni non è serve solo per iniziare ad usare la macchina, perchè il supporto on-line e i nuovi manuali per gli esercizi, assieme al DVD interattivo danno ampio spazio a tutti gli approfondimenti personalizzati. In ogni caso basta seguire i programmi sul display per iniziare a capire subito come funziona.
La programmazione manuale è molto semplice: si regola il tempo a step di 30 secondi fino ad un massimo di 10 minuti. Le frequenze sono regolabili a step di 5 Hz da 20 fino a 50 Hz.